Dal 1990 ad oggi

L’AIPD, Sezione Provinciale di Catania instaura, fin dalla sua costituzione, un rapporto di collaborazione con l’ASL 3 di Catania, in particolare con le figure professionali dello Psicologo e del Neuropsichiatra Infantile e Fisioterapista, e con la loro cooperazione nasce il “Progetto Persona Down” che prevede incontri di auto-mutuo-aiuto, nei quali i familiari di persone con Sindrome di Down, supportate dalle figure professionali sopra citate, parlando delle loro esperienze, si confrontano e insieme affrontano ed elaborano un percorso comune.

Nel gennaio 1997 viene realizzato un progetto di Ippoterapia, svolto con la collaborazione del Centro di Incremento Ippico di Catania e sotto la guida e la responsabilità dell’Unità Operativa neuropsichiatria Infantile (UONPI) – ASL 36.

Nello stesso anno, con l’ausilio e il finanziamento per due anni del Comune di Catania, e per gli anni successivi dall’Associazione stessa, l’AIPD Sezione di Catania elabora ed attua il progetto “La diversità quale valore per la società”, rivolto agli adolescenti e ai giovani adulti con Sindrome di Down con il fine di favorire il passaggio dalla condizione di bambino assistito dalla famiglia e dalla società, e quella di adulto membro della collettività. Questo progetto, a partire dall’anno 2003 a tutt’oggi, sotto la denominazione di “Corso di Educazione all’Autonomia” è stato finanziato dal Comune di Catania (Legge 285/97), con la collaborazione di uno Psichiatra, di uno Psicologo, di un Assistente Sociale, di Pedagogisti e di Tecnici della Riabilitazione Psichiatrica.

Nell’anno 1997 l’AIPD di Catania rende operativo il primo “Laboratorio teatrale”, finanziato dall’AIPD Nazionale con il contributo della trasmissione “Trenta ore per la Vita”, e dall’anno 2000 sino ad oggi, sovvenzionato dalla Provincia Regionale di Catania, con la collaborazione di un Coordinatore Regista, di Insegnanti di danza e di recitazione, animatori e assistenti.

Dal “Laboratorio teatrale” prende vita la “Compagnia Teatrale Bagnati di Luna”, formata dai giovani attori con Sindrome di Down, i quali hanno partecipato a tre Festival Internazionali di Teatro ed hanno effettuato numerose tournée regionali e nazionali.

Nell’anno 2003 nasce presso l’AIPD Sezione Provinciale di Catania anche il “Centro Ascolto”, il quale, mediante l’ausilio di genitori e personale specializzato, ha lo scopo di fornire assistenza e consulenza alle famiglie delle persone con Sindrome di Down, e risponde a richieste anche telefoniche riguardanti le normative sull’handicap, gli aspetti medici, sociali e scolastici, e le tematiche concernenti la Trisomia 21.

Sempre nell’anno 2003 l’AIPD sez. di Catania collabora con il Centro di Consulenza Genetica e di Teratologia della Riproduzione (Responsabile Dott. Sebastiano Bianca) del Dipartimento Materno Infantile dell’ARNAS Garibaldi Nesima di Catania. Tale collaborazione mira all’assistenza integrata delle famiglie e dei soggetti con Sindrome di Down ivi comprese le attività di supporto della comunicazione della diagnosi all’interno di percorsi interdisciplinari con il personale tecnico specializzato dell’AIPD di Catania. Il follow up dei soggetti adulti con Sindrome di Down comprende percorsi di abilitazione e di sostegno all’autonomia personale e sociale dei soggetti afferenti all’Associazione e al Centro di Genetica.

Per l’anno 2007 l’AIPD di Catania promuove e autofinanzia il Progetto “Laboratorio Teatrale per i piccoli Down” rivolto ai bambini dai 6 ai 15 anni e avvia Corsi d’informazione sulla Sindrome di Down nelle scuole del territorio.

Per l’anno 2008 l’AIPD di Catania rende operativo il progetto Piccoli Down “Autonomia personale. Primo passaggio all’autonomia sociale e supporto ai genitori”, rivolto ai bambini da 6 a 12 anni, con l’intervento di pedagogista, assistente sociale, educatore e due volontari, realizzato con il sostegno della Fondazione Banco di Sicilia e con il supporto del Rotary Club Etna Sud-Est di Catania.

Nel Gennaio 2008, l’AIPD di Catania dà vita al progetto “Emozioniamoci… Bimbi Down in movimento!” dedicato ai bambini Down da 0 a 5 anni, con l’intervento di un Pedagogista, un Assistente Sociale, un Educatore e due volontari, finanziato dal Rotary Club Catania Ovest.

Nell’anno 2008 l’Associazione ha portato avanti una battaglia nell’ambito scolastico contro la riduzione di ore di sostegno per i ragazzi disabili operata dalla “Riforma Gelmini”. Il ricorso, accettato dal TAR Sicilia, ha permesso nelle scuole catanesi l’integrazione delle ore di sostegno spettanti ai ragazzi disabili.

Dall’anno 2008, l’Associazione fornisce ai familiari delle persone con Sindrome di Down anche una consulenza legale avvalendosi dell’opera volontaria di un Avvocato, e altresì collabora attivamente con l’Istituto Comprensivo Statale “M. Purrello” di San Gregorio di Catania, e fa parte del Comitato Scientifico del CTDRH (Centro Territoriale Documentazione per la Riduzione dell’Handicap) del Distretto Sanitario di Catania, con suo personale esperto sulle tematiche ICF (Classificazione Internazionale del Funzionamento, della Disabilità e della Salute) elaborate dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità).

Dall’anno 2008 è stato istituito il Corso “Oltre l’Autonomia” per i ragazzi di età superiore ai 21 anni. Essi continuano a sperimentarsi in attività interne ed esterne all’Associazione, mettendo in atto tutte le competenze apprese nel corso di “Educazione all’Autonomia” ed altre di nuova acquisizione, con l’aiuto di tecnici della riabilitazione, educatori, assistente sociale e pedagogista.

Nel Dicembre 2008, presso il Centro Commerciale “I Portali”, che ha gratuitamente messo a disposizione lo spazio espositivo, è stata organizzata una Mostra di pittura di beneficenza a favore dell’AIPD, grazie a numerosi artisti che hanno donato le loro opere.

Per l’anno 2009 l’AIPD di Catania rende operativo il progetto “Co. & Co Corso sperimentale di introduzione all’informatica”, rivolto alle persone con Sindrome di Down, con l’intervento di pedagogista, assistente sociale, educatori tecnici informatici e due volontari, realizzato con il sostegno della Fondazione Banco di Sicilia e con il supporto del Rotary Club Etna Sud-Est di Catania.

Nell’anno 2009 l’AIPD sez. di Catania collabora l’AIPD Nazionale con sede a Roma, tramite la persona dell’Assistente Sociale, per i lavori inerenti il Progetto “Dal sospetto della Sindrome alla realtà della persona” finanziato dal Ministero della Solidarietà Sociale ai sensi della lettera F), art. 12 – legge n. 383/2000 – anno finanziato 2007.

Il 29 Ottobre 2009, presso l’Aula Magna del Corpo Aule e Biblioteca della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Catania, si è svolta la giornata di studi dal titolo: “L’Autonomia come progetto riabilitativo e di vita” in collaborazione tra l’U.O. di Formazione Permanente e Aggiornamento del Personale del A.O.U. “Policlinico – Vittorio Emanuele”, Presidio “Gaspare Rodolico” di Catania e l’Associazione.

Il 18 Novembre 2009 l’AIPD sez. di Catania ha relazionato sulla propria esperienza maturata negli anni durante il “Corso di Educazione all’Autonomia e Centro Ascolto e supporto alle Famiglie” in occasione della Conferenza Nazionale sull’Infanzia e l’Adolescenza legge 285/97 svoltasi presso la Sala Convegni della Stazione Marittima di Napoli, organizzata dal Ministero del Lavoro Politiche Sociali e Salute.

Nel 2009 l’Associazione ha iniziato una collaborazione scientifica con il Laboratorio di Analisi del Cammino e del Movimento (Dipartimento di Farmacologia Sperimentale e Clinica) dell’Università di Catania, al fine di svolgere una ricerca per studiare “Le caratteristiche biofisiche e biomediche dell’apparato muscolo-ligamentoso del ginocchio nella sindrome di Down”.

Da settembre 2009 è attivo il corso di “Attività del Tempo Libero” (ATL), autofinanziato, dedicato ai ragazzi che abbiano già frequentato il corso di Autonomia. Divisi in piccoli gruppi (4-6 elementi) seguiti da due operatori, i ragazzi si incontrano una volta a settimana per svolgere attività da loro stessi programmate e organizzate: visite a musei, partite a bowling, cinema, serate in discoteca o in pizzeria…

Da settembre 2009 è ripreso, in autofinanziamento, il Corso di danza latino-americana, che già qualche anno addietro aveva riscosso grande successo presso i ragazzi.

Per tutto il 2009, inoltre, è stata molto intensa l’attività teatrale che ha visto i ragazzi impegnati in diversi spettacoli sia nelle piazze in estate, sia nei teatri (rassegna del teatro delle diversità e spettacoli vari). Per questa attività vedi il link sul TEATRO.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>